Tribuna Est, una corsa a ostacoli

Nell’attesa del terzo stralcio, alcuni difetti segnalati rinviano il collaudo dell’opera

0 1038

L’estate scorsa l’Ascoli Picchio aveva promosso una campagna abbonamenti incompleta e relativa soltanto alle prime undici gare di campionato. Con la speranza – neanche tanto nascosta – di poter usufruire della nuova tribuna est già dopo il giro di boa del torneo. La struttura è pronta da tempo, eppure tutto è ancora fermo. La TF Costruzioni srl – azienda di Fiumicino che in data 11 ottobre 2017 si è aggiudicata il terzo stralcio dei lavori per un prezzo di € 454.456,37 (IVA esclusa) con un ribasso del 29,688% – non ha potuto ancora mettersi in moto per la realizzazione di finiture e opere di completamento.
Questo probabilmente perché sono sorti alcuni intoppi nello stralcio precedente, curato dall’Associazione temporanea di imprese (ATI) costituita dalle due aziende maceratesi Scs di Ivo Saltari e Ermanno Contigiani e Nefer srl. Dal controllo finale effettuato in cantiere a fine dicembre sarebbero emersi alcuni difetti che l’ATI starebbe analizzando per poter risolvere quanto prima.
In particolare servirà una recinzione in prossimità del campo di gioco. Trattasi nel complesso di lavorazioni che non intaccano la funzionalità dell’opera, ma che comunque comporteranno un’ulteriore dilatazione dei termini di consegna. Il collaudo, inizialmente fissato per la fine dello scorso mese di novembre, è stato infatti rinviato a data da destinarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *