Tesoro e le strategie di gennaio

Il ds ha raccontato il mercato invernale. Sankoh è arrivato, Brosco una priorità

0 155

Foto Ascoli Calcio 1898 fc

Il ds Antonio Tesoro oggi ha presentato agli organi di informazione Mirko Eramo, Leonardo Morosini e Marcello Trotta. Ha inoltre illustrato i movimenti dell’ultima sessione di mercato, che lui stesso ha definito come la più difficile da quando lavora per l’Ascoli. E’ stato infatti costretto a rivedere in corsa le strategie iniziali, per una serie di concause tra cui la catena di infortuni di inizio anno, l’improvvisa deflagrazione del caso Da Cruz, il cambio alla guida tecnica avvenuto a tre giorni dallo stop alle operazioni. Gli ultimi acquisti sono stati infatti concordati con mister Stellone che preferisce mediani più fisici rispetto al classico regista presente nella lista della spesa di Paolo Zanetti.
La trattativa per Morosini è nata sottotraccia diverse settimane fa e Leonardo ha preferito l’Ascoli ad un’esperienza oltremanica. Il diritto di riscatto è fissato in 3 milioni di euro. Leonardo a dicembre 2012, quando aveva 17 anni, assistette ad Ascoli-Cittadella dalla curva Sud insieme a suo nonno, per vedere giocare il fratello Tommaso con la maglia bianconera. Tommaso quella partita segnò il suo unico gol stagionale e l’Ascoli vinse 4 a 1.
Trotta è in prestito oneroso e l’Ascoli a giugno potrà esercitare il diritto di riscatto versando 500mila euro al Frosinone. Eramo, che si è vincolato ai bianconeri per 2 anni e mezzo, aveva inizialmente tentennato per motivi familiari e la trattativa sembrava sfumata, salvo un fulmineo ripensamento. Sabato non è potuto scendere in campo a causa di un violento attacco febbrile, il suo esordio è rinviato a venerdì sera contro la Juve Stabia.
Baissam Sankoh, nazionale guineano classe 1992 svincolatosi proprio lo scorso 31 gennaio dal Caen, è già arrivato ad Ascoli ma dovrà sottoporsi ad un supplemento di visite mediche fissato per mercoledì prossimo. Se tutto andrà per il verso giusto, l’Ascoli lo tessererà. Centrocampista strutturato fisicamente, è eclettico e nella sua carriera ha coperto diverse zone del campo. Sarebbe un vero e proprio jolly.
Ninkovic ha rifiutato diverse proposte, in particolare quella del Crotone, non ritenendole migliori del progetto Ascoli. Ha voluto fortemente rimanere in un club a cui si sente molto legato, adesso starà lui riconquistarsi il posto da titolare. L’arrivo di Bonaiuto, inizialmente pensato proprio per sostituire il serbo in caso di eventuale partenza, stava per concretizzarsi ugualmente in uno scambio con Piccinocchi con il Perugia, ma non c’erano i tempi tecnici per perfezionare l’operazione in tempo utile.
Sul fronte dei rinnovi la società è fermamente intenzionata a prolungare il contratto di Brosco, in scadenza a giugno 2021. Archiviata la sessione invernale di mercato, rappresenta una priorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *