Patentino: Maresca forse salterà i primi 4 giorni

L’ex centrocampista sarà impegnato a Coverciano dal 13 giugno al 20 luglio

0 516

figc settore tecnicoSiamo in regola con i tesserini per gli allenatori oppure c’è bisogno di una deroga? Maresca può allenare in Serie B? Sono tanti gli interrogativi non ancora del tutto chiariti che frullano nella testa dei tifosi bianconeri dopo la presentazione ufficiale del duo che guiderà l’Ascoli nella stagione 2017/2018. Facciamo chiarezza con carte e documenti ufficiali della Figc tenendo ben presente che il capo allenatore del Picchio sarà Fulvio Fiorin. La casella del ruolo di allenatore in seconda verrà invece occupata da Enzo Maresca. Le due situazioni vanno quindi separate.

MASTER UEFA PRO – Come spiegato ieri sera nella trasmissione “Tifi l’Ascoli live” in diretta Facebook, le norme federali stabiliscono che l’abilitazione per condurre qualsiasi squadra (quindi anche fare il capo allenatore in A e in B, il caso di Fiorin) si ottiene con il “Corso per Allenatori Professionisti di 1a Categoria UEFA PRO”, chiamato più semplicemente dagli addetti ai lavori “Master UEFA Pro”. Costa 8 mila euro, si articola in 256 ore di lezione e viene svolto a Coverciano una volta l’anno, nel periodo solitamente compreso tra ottobre e luglio e con la sessione degli esami finali prevista per settembre. Rappresenta il massimo livello riconosciuto dalla FIGC in materia di formazione tecnica.

STAGE A DORTMUND – Fiorin sta frequentando il Master dallo scorso autunno insieme ad altri colleghi più famosi, tra i quali Martusciello e De Zerbi. Oltre alle lezioni in aula gli allievi hanno viaggiato per apprendere nozioni e trucchi del mestiere direttamente sul campo a casa di allenatori già navigati e vincenti. Ci sono stati infatti 5 stage formativi in cui hanno potuto seguire da vicino gli allenamenti della Nazionale di Ventura, della Juventus di Allegri, dell’Inter di Pioli, dell’Atalanta di Gasperini e del Borussia Dortmund di Tuchel. A questo punto una domanda sorgerà spontanea. Come hanno fatto Martusciello e De Zerbi ad allenare in Serie A in questa stagione non avendo il tesserino? E come farà Fiorin ad allenare l’Ascoli come primo allenatore?

DEROGHE AI FREQUENTANTI – La riposta va ricercata nell’Articolo 40 del Regolamento del Settore Tecnico. Il comma Ad recita testualmente «il Comitato Esecutivo può concedere deroghe agli allenatori che siano stati ammessi e frequentino il Master. La deroga sarà revocata se al termine del corso gli stessi non avranno conseguito l’abilitazione». Quindi Martusciello ha allenato l’Empoli con una deroga e Fiorin allenerà l’Ascoli con la medesima deroga. Sempre in attesa dell’esame per mettersi in tasca l’abilitazione ufficiale che dovrebbe essere calendarizzato nel prossimo mese di settembre.

MARESCA INIZIA MARTEDÌ – Più problematica potrebbe essere la situazione per quanto riguarda Maresca. Ecco spiegato il perché. L’ex centrocampista di Juve e Siviglia martedì scorso è stato ammesso al corso per l’abilitazione a “Allenatore Professionista di 2a categoria – UEFA A” che inizierà a Coverciano martedì prossimo 13 giugno. Il corso UEFA A rappresenta il secondo massimo livello di formazione per un allenatore. Ha un programma formativo di 192 ore e in caso di esito positivo degli esami finali abilita a poter guidare tutte le formazioni giovanili (comprese le squadre Primavera) e le prime squadre fino alla Lega Pro. Inoltre consente di poter essere tesserato come allenatore in seconda sia in Serie B che in Serie A.

ASSENTE I PRIMI 4 GIORNI DI RITIRO? – Il problema è che queste 192 ore sono tutte concentrate nel periodo che va dal 13 giugno al 20 luglio con un calendario che prevede 8 ore di lezione al giorno per 4 giorni a settimana. E questo calendario va un po’ a cozzare con la date della nuova stagione dell’Ascoli che la società ha reso noto proprio ieri. Il raduno della squadra ad Ascoli è fissato per venerdì 14 luglio dove rimarrà fino a domenica 16 quando i giocatori si alleneranno allo stadio per poi partire alla volta di Cascia. Nel pomeriggio è infatti in programma una seduta nella struttura sportiva dell’Hotel La Reggia con l’inizio del ritiro vero e proprio. Bene, Maresca potrà essere con la squadra da venerdì a domenica ma non potrà farlo da lunedì 17 luglio a giovedì 20 luglio proprio perché sono in programma a Coverciano gli ultimi 4 giorni di lezione. Tutto lascia presagire quindi che sarà costretto a saltare i primi 4 giorni pieni di ritiro nella città umbra. Per completezza va detto che è consentito un massimo di assenze giustificate pari al 10% anche se è sempre consigliato non farle e men che meno negli ultimi giorni.

NESSUN TIPO DI RISCHIO – In sintesi, da un punto di vista regolamentare l’Ascoli non sta facendo nulla di irregolare a patto che Fiorin faccia il primo e Maresca il secondo. Da un punto di vista puramente tecnico però va sottolineato che ad oggi nessuno dei due allenatori scelti dall’Ascoli ha in tasca il tesserino per ricoprire il ruolo per cui sono stati scelti. Ciò non comporta alcun tipo di problema se non il fatto che si tratta di un clamoroso azzardo. Forse un’eventualità più unica che rara nel calcio dei nostri giorni.

Tag dell'articolo: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *