Partiti per Cagliari senza Milanovic

Il centrale serbo out per motivi familiari. Arbitra Minelli: occhio ai gialli

0 277

IMG-20151122-WA0041Bianconeri già in Sardegna. L’intero staff tecnico insieme a quello dirigenziale questo pomeriggio è partito per la Sardegna. Domani l’Ascoli sarà impegnato nel secondo posticipo della 14° giornata di Serie B e proverà a fermare la corsa della corazzata Cagliari che finora tra le mura amiche ha raccolto 21 punti su 21 avendo superato Crotone, Avellino, Latina, Cesena, Trapani, Vicenza e Modena.

OUT MILANOVIC – L’Ascoli di Mangia, rinfrancato dal successo di domenica scorsa contro il Perugia spera di non diventare l’ottava squadra. Per far sì che questo accada servirà la partita perfetta o quasi. I bianconeri però oltre allo squalificato Addae e agli infortunati Lanni (al suo posto in porta giocherà Svedkauskas) e Altobelli dovranno fare a meno anche di Milanovic. Il centrale serbo non ha partecipato alla rifinitura di stamattina per motivi familiari e non è partito con i compagni per l’isola. L’ex tecnico dell’Under 21 ha portato a Cagliari gli altri 22 restanti giocatori dei 27 facenti parte della lista. Anche De Grazia è rimasto ad Ascoli. Ieri però ha dato il suo prezioso contributo al successo della Primavera bianconera sulla Lazio. I ragazzi di Di Mascio si sono imposti sui capitolini con le reti di Manari e Orsolini.

Questi i convocati per la trasferta di Cagliari: Almici, Antonini, Bellomo, Berrettoni, Cacia, Canini, Carpani, Caturano, Cinaglia, D’Egidio, Del Fabro, Frediani, Giorgi, Grassi, Jankto, Mengoni, Nava, Pecorini, Perez, Petagna, Pirrone, Svedkauskas.

MENGONI O DEL FABRO? – Starà a Devis Mangia fare le scelte giuste per opporsi alla forza d’urto della squadra di Rastelli. Al posto di Milanovic accanto a Canini ci sarà uno tra Mengoni e Del Fabro (in questo caso sarebbe un coppia di ex rossoblù) oppure sarà accentrato Cinaglia. In mezzo al campo dovrebbe essere confermato Grassi in posizione di regista. Vicino a lui uno tra Pirrone e Giorgi che ha recuperato dal problema al polpaccio accusato con la Pro Vercelli ma potrebbe essere risparmiato o inserito solo nella ripresa per evitare pericolose ricadute. A sinistra ballottaggio tra Caturano che si è ben comportato in quella posizione nei 55 minuti in cui è rimasto in campo col Perugia e Jankto. Davanti sembrano sicuri del posto Bellomo in appoggio a bomber Cacia.

ARBITRO DAL GIALLO FACILE – Ad arbitrare la sfida del Sant’Elia sarà Daniele Minelli di Varese. Il fischietto lombardo, che incrocerà domani sera per la prima volta Cagliari e Ascoli, ha già diretto 4 partite in questa stagione in serie cadetta. I numeri non sono per niente beneauguranti per il Picchio: 2 vittorie casalinghe e 2 pareggi i risultati usciti con 2 rigori concessi alle squadre di casa. Inoltre, stando alle statistiche di questo primo scorcio di stagione, si sta dimostrando un arbitro dal cartellino facile. In 4 match ha estratto 3 volte il cartellino rosso e 26 volte quello giallo, quasi 7 ammonizioni a partita. Non proprio il massimo per l’Ascoli che è la seconda compagine più ammonita del campionato e si presenterà a Cagliari con Almici, Cinaglia, Perez, Pirrone diffidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *