Nuovo DPCM: stadi con mille spettatori

Non serve più un’ordinanza regionale: Ascoli-Reggiana forse con il pubblico

0 156

Archiavata la pausa per gli impegni delle nazionali, l’Ascoli sabato tornerà in campo alle 14 sul campo del Frosinone. A seguire nel turno infrasettimanale in calendario martedì 20 ottobre i bianconeri ospiteranno la Reggiana, con inizio fissato alle ore 21. In attuazione del DPCM pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, finalmente al Del Duca si dovrebbe giocare alla presenza del pubblico, seppur in numero limitato.
Il provvedimento governativo prevede infatti alla lettera e) del comma 6 dell’articolo 1 (intitolato “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”) quanto segue:
“per gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra – riconosciuti dal CONI (…) – è consentita la presenza di pubblico, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto (…), esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione del posto a sedere, (…), a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e l’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, nel rispetto dei protocolli emanati (…). Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il Ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi degli impianti.”
Quindi non occorrerebbe più un’ordinanza specifica della Regione Marche, la cui Giunta non si è ancora insediata. Al Del Duca dovrebbe essere concesso l’accesso a mille spettatori, distribuiti nei vari settori secondo modalità e indicazioni da definire. Nei prossimi giorni si attendono novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *