Lovato: «Voglio creare un gruppo di lavoro che duri negli anni»

La preoccupazione maggiore è riorganizzare tutto il settore giovanile

0 51

bellini lovatoASCOLI – I primi tasselli della ricostruzione. Il nuovo Ascoli inizia a muovere i primi passi piazzando le fondamenta di quella che in futuro dovrà essere una società solida, forte e ambiziosa con la presentazione del nuovo direttore generale Gianni Lovato che fa seguito all’apposizione delle firme dal notaio Silenzi avvenuta nella giornata di ieri. Ma di lavoro ce n’è tanto, specie se si dovrà ricostruire dalle macerie, come in questo caso. 

L’investitura dell’ex giornalista di Tuttosport in realtà è stata soltanto una formalità in quanto il suo nome era già comparso all’indomani dell’uscita allo scoperto del cavalier Bellini. Anzi, a detta del nuovo presidente, è stato lo steso Lovato a convincerlo in maniera definitiva a fare il grande passo e partecipare all’asta.

Questa mattina quindi, più che presentare Lovato si è parlato delle prospettive future e della lista delle priorità da qui ai prossimi mesi. Difficile, se non impossibile, che la squadra venga rinforzata per il finale di stagione: l’obiettivo è valutare l’attuale rosa e vedere se c’è qualche elemento che caratterialmente potrà fare parte dell’organico per la prossima stagione. La scelta di direttore sportivo e allenatore sarà fatta con la dovuta calma mentre la preoccupazione maggiore di questi primi giorni sarà riorganizzare per bene tutto il settore giovanile. L’altra novità più importante è il rifacimento della curva sud che sarà buttata giù e ricostruita a ridosso della porta entro l’inizio del prossimo campionato. Da qui a fine aprile invece i supporter potranno disporre di nuovi bagni, i cui lavori sono già partiti.

«Lovato è la persona che mi serviva. – ha detto Bellini nella sede di Corso Vittorio Emanuele – Conosce il calcio, i meccanismi della federazione, i presidenti e i dirigenti delle altre società». Il diretto interessato ha mostrato subito una buona intesa con il presidente ma ha messo in chiaro prima alcune questioni. «Prima di tutto – ha puntualizzato – mi occuperò di ricostruire una società. Oggi si può avere successo solo con un’ottima organizzazione e il mio obiettivo è costituire un gruppo di lavoro che duri nel tempo. Con l’Ascoli spero sia un lungo matrimonio, per adesso posso dirvi che verrò ad abitare qui e seguirò tutto in prima persona. Voglio essere uno di voi».

Il resto delle parole di Bellini e Lovato sarà pubblicato questa sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *