Lo “spezzatino” tagliato male favorisce il Tuttocuoio

I neroverdi hanno giocato 4 volte su 8 la domenica pomeriggio, il San Marino mai finora

0 52

TuttocuoioMalfidato fu chi credeva alla domenica pomeriggio. Il “calcio spezzatino” imposto dalla Lega Pro ha spiazzato tutti i nostalgici delle partite in contemporanea a favore del dio della diretta televisiva (su internet in questo caso). E così per forza di cose abbiamo dovuto abituarci a orari sempre diversi, a volte ai limiti dell’assurdo, come la domenica mattina alle 11, eventualità che finora per fortuna non ha riguardato l’Ascoli.

SI GIOCA H24 – Tutti gli interrogativi su quanti spettatori avrebbe potuto avere un Ascoli-Pisa giocato di domenica pomeriggio vengono immediatamente spazzati via dalla presa di coscienza che in questa stagione si gioca a tutte le ore del giorno e della notte come accaduto sabato sera quando Pontedera-Savona è terminata a mezzanotte inoltrata a causa del nubifragio abbattutosi sul Mannucci. Ma a chi sta facendo più danni lo “spezzatino” tra tutte le società del girone B? Difficile dirlo però l’Ascoli può senz’altro recriminare per non aver mai giocato al Del Duca di domenica. Svantaggio che sarà parzialmente recuperato con il doppio turno casalingo contro Pontedera e Gubbio, messe in calendario proprio l’ultimo giorno della settimana alle ore 16.

spezzatinoLE STATISTICHE – Mondopicchio per fare chiarezza ha realizzato un tabella (clicca sulla foto per ingrandirla) che illustra con la precisione che solo i numeri possono dare quante e quali squadre hanno giocato a una certa ora. Il Picchio finora è sceso in campo una volta di mercoledì sera (nel turno infrasettimanale contro il San Marino), una volta di venerdì sera (Pisa), tre volte di sabato pomeriggio (in casa con l’Aquila e Prato e fuori a Savona) e tre di domenica pomeriggio, tutte in trasferta (a Pistoia, a Pontedera con il Tuttocuoio e a Ferrara). La squadra di Petrone non ha mai provato l’ebbrezza di giocare la domenica a ora di pranzo piuttosto che la mattina alle 11 come successo per Santarcangelo-Pisa e Forlì-Carrarese.

AGLI ESTREMI TUTTOCUOIO E SAN MARINO – Stando ai freddi numeri, all’ottava giornata la squadra che ha giocato più volte di domenica pomeriggio è stata il Tuttocuoio (4, la metà delle partite) mentre per Carrarese, Forlì, Grosseto, Pro Piacenza e Santarcangelo questa circostanza si è verificata appena una volta. Per il San Marino addirittura mai. In compenso i titani sono la regina del sabato pomeriggio con ben 5 partite (insieme alla Pro Piacenza) e per due volte hanno giocato il posticipo del lunedì sera. Va bene prostrarsi per gli introiti dei diritti televisivi (che poi sono tutti ancora da quantificare) ma questo più che uno spezzatino sembra un frullato riuscito male. In tutta sincerità, vedere il calendario di alcune giornate con nessuna gara che comincia allo stesso orario oltre che essere abbastanza triste, non si può guardare. Cara Lega, il tempo per rimediare c’è. A volte un po’ di buon senso non guasta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *