Il rumore dei nemici

Il cuore messo in campo dall’Ascoli nelle ultime partite spaventa le dirette inseguitrici. Che provano a buttarla in bagarre

1 716

san marino ascoli 2“Sento il rumore dei nemici”. La citazione di José Mourinho, pronunciata qualche anno fa in conferenza stampa in riferimento alle polemiche sollevate dagli avversari della sua Inter, è ormai diventata una frase celebre.

L’Ascoli, in vetta solitaria da tredici turni consecutivi, inizia ad innescare i rancori delle proprie inseguitrici. Tormentato dagli infortuni e dal problema dei campi di allenamento dopo l’addio estivo al Città di Ascoli, il Picchio sta vivendo un momento poco brillante. Eppure, risultati alla mano, nessuno pare accorgersene. Le prodigiose rimonte contro San Marino e Spal stanno facendo vacillare le certezze sbandierate fino a qualche giorno addietro dalle sue concorrenti dirette.

All’ottima qualità della rosa, l’Ascoli ha sommato un grande carattere. Che inizia a fare davvero paura.
Al punto che, nel disperato tentativo di non farsi sfuggire la situazione di mano, alcune piazze provano a buttarla sulla dialettica. Cercando, probabilmente, di mettere pressione all’ambiente bianconero per indurlo a sbagliare.

Per esempio La Gazzetta di Reggio, testata on line, domenica sera titolava testualmente: “l’Ascoli vince in rimonta con il solito rigore inventato”. Ancora più clamoroso il sottotitolo con la società bianconera additata come “l’autentico scandalo della Lega Pro”. Titolo e testo successivamente ammorbiditi in seconda scrittura, ma a cui l’ufficio legale dell’Ascoli ha replicato con una nota puntualmente pubblicata nella giornata di ieri.

Gironzolando per la rete, ci si può imbattere in tuttopisa.it che dedica un articolo polemico all’esultanza da soldato di Leo Perez sotto la sud. E’ la settima volta che succede in campionato, mica la prima. Eppure a Pisa se ne ricordano soltanto ora perché Leo non gonfiava la rete ormai da tre mesi. Memoria corta, storia trita e ritrita.

Vedendo allontanarsi l’obiettivo, ci provano in tutti i modi.
Caro Ascoli, non ragioniam di loro ma guarda e passa.
E il rumore dei nemici sarà sempre più lontano fino a spegnersi.

1 Commento

  1. Daniele 22 dicembre 2015 at 14:29

    Codesto intervento è senza dubbio redatto nel migliore dei
    modi, come l’intero blog in generale. Son un assiduo lettore, continuate così.

    articolo molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *