Coronavirus: il Governo ferma anche il calcio

Campionati sospesi fino al 3 aprile. Vuoto normativo in caso di interruzione

0 34

Recependo la richiesta del Coni, il Governo ha fermato il calcio professionistico. Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato ieri sera in Gazzetta Ufficiale tra le misure atte a contenere la diffusione del coronavirus sospende tutte le attività sportive fino al prossimo 3 aprile, inclusi quindi i campionati professionistici di calcio. Gli impianti potranno essere utilizzati a porte chiuse soltanto per gli allenamenti. In una situazione di grande emergenza per il Paese, si verifica dunque uno scenario non previsto neppure dalle Noif. Per il momento le competizioni sono sospese – non interrotte – ma non è detto che il caos si risolva a breve termine. Annullamento dei campionati o congelamento delle classifiche attuali sono soluzioni che sicuramente scontenterebbero più di un club. Se lo stop dovesse continuare oltre la data prevista non si può quindi dire con certezza che cosa potrebbe succedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *