Del Duca, Comune e società in totale sintonia

ASCOLI PICENO – Alle ore 15 di ieri, nella sala De Carolis dell’Arengo, Comune e Ascoli Picchio hanno tenuto una conferenza stampa congiunta per aggiornare la cittadinanza in merito alle prospettive sulla riqualificazione dello stadio Cino e Lillo Del Duca. Le parti sono apparse in totale sintonia, trovando il pieno appoggio della tifoseria. A condurre…

0 35

ConferenzaBelliniASCOLI PICENO – Alle ore 15 di ieri, nella sala De Carolis dell’Arengo, Comune e Ascoli Picchio hanno tenuto una conferenza stampa congiunta per aggiornare la cittadinanza in merito alle prospettive sulla riqualificazione dello stadio Cino e Lillo Del Duca. Le parti sono apparse in totale sintonia, trovando il pieno appoggio della tifoseria. A condurre le danze il sindaco Guido Castelli, che ha illustrato le due strade praticabili per poter intervenire sullo stadio a distanza di 40 anni esatti dall’ultima ristrutturazione. L’idea che si persegue è quella di renderlo un centro di aggregazione, funzionale 7 giorni su 7 attraverso l’inserimento di locali commerciali, e che sia in grado di autosostenersi finanziariamente, anziché essere visto come una fonte di spesa pubblica.
Una delegazione del Comune, con in testa l’assessore allo sport Massimiliano Brugni, in settimana si è recata a Roma presso il Coni ad una riunione organizzata in sinergia tra Coni Servizi e Lega Pro. Sono state illustrate le corrette procedure della legge approvata lo scorso 27 dicembre dal governo Letta, che ha cadenzato puntualmente i requisiti e i termini da rispettare. Necessario è l’interessamento di un privato che mostri la propria manifestazione di interesse, ossia un project financing.
Ma anche nel caso in cui non dovesse presentarsi nessun privato, il Comune avrebbe stanziato circa 2 milioni di euro per procedere all’abbattimento dell’attuale curva per costruirne una nuova, coperta e a 7 metri di distanza dalla porta.
Si attende dunque di vedere come si evolverà la situazione, ma come tempistica si ipotizza settembre 2015, in concomitanza con la scadenza dell’agibilità.
Il sindaco ha inoltre precisato che l’amministrazione ha ritenuto che il Del Duca debba rimanere dov’è ubicato ora per mantenere la massima funzionalità. Nel piano regolatore approvato mercoledì scorso è stata prevista detta soluzione.
Alla conferenza stampa, oltre a Castelli e Brugni, sono intervenuti il direttore generale dell’Ascoli Gianni Lovato e Gianni Luzi in rappresentanza della tifoseria. Al fianco di Gianni presente anche Giovanni Accorsi.
Lovato ha inoltre accennato la possibilità di attingere a dei finanziamenti agevolati del credito sportivo e all’invito operato dalla società al direttore della Lega Pro Francesco Ghirelli, che ha accettato e visiterà Ascoli Piceno nei giorni precedenti la partita interna col Benevento, a cui assisterà dalla tribuna.

Tag dell'articolo: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *