Contro il Brescia per l’impresa

Venerdì sera la possibilità di evitare i play out. Coreografia e prezzi popolari

0 232

Nemmeno il tempo di godersi l’exploit dell’Adriatico, compiuto davanti a oltre 1500 tifosi al seguito, che è già ora di pensare al prossimo ostico impegno. Dopo una lunghissima rincorsa, l’Ascoli vede il traguardo. Ma quello di venerdì sera (ore 20,30) contro il Brescia sarà l’ostacolo più irto da scavalcare, in quanto anche le rondinelle si giocheranno un’intera stagione negli ultimi 90 minuti. Dal canto suo il Picchio sa che per evitare le forche caudine dei play out avrà bisogno soltanto della vittoria, senza la snervante necessità di consultare i risultati altrui. Ci sarebbe una piccola possibilità di salvezza diretta in caso di pareggio, ma la probabilità che l’Avellino perda sul campo della Ternana già retrocessa e contemporaneamente il Novara non superi in casa l’Entella è molto bassa.
Viceversa le rondinelle che si consideravano virtualmente salve già da qualche settimana si troveranno a dover battagliare fino all’ultimo secondo. Dovessero perdere al Del Duca rischierebbero di ritrovarsi a giocare l’appendice degli spareggi. Sarebbero comunque salvi nel caso in cui il Pescara perdesse a Venezia. In ogni caso Ascoli-Brescia sarà partita vera. Che l’Ascoli potrà comunque disputare senza la paura della retrocessione diretta, considerati i 4 punti di “cuscinetto” dall’Entella terz’ultima.
La tifoseria bianconera si prepara a una serata importante. Da tempo gli ultras stanno organizzando una coreografia a conferma del proprio forte spirito di appartenenza. La società ha inoltre deciso di varare prezzi popolari: prezzo unico a 5 euro per curva sud e distinti, con inizio della vendita a partire dalle 16 di oggi presso il circuito Bookingshow.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *