Consigli per gli acquisti: seconde punte

Citro in scadenza rappresenta un’occasione così come Masucci, De Luca lascerà Bari

0 825

de-luca-bariSi torna a sudare dopo il meritato riposo. Oggi pomeriggio infatti mister Aglietti tornerà a dirigere gli allenamenti all’Eco Service e subito dopo partirà il ritiro di una settimana all’Hotel Casale. Intanto impazza il calciomercato. Con la questione Orsolini “esplosa” su tutte le testate nazionali e tuttora ancora aperta ad ogni scenario, la sessione invernale dell’Ascoli è iniziata con l’arrivo di Mogos. Per sistemare la rosa ricordiamo che c’è tempo fino alle ore 23 del 31 gennaio. Intanto continuiamo con i nostri suggerimenti.

Dopo i suggerimenti su terzini destri (uno è arrivato veramente), difensori centrali, e centrocampisti l’ultima puntata di questa edizione di consigli per gli acquisti è dedicata agli attaccanti. Il profilo giusto sarebbe una seconda punta rapida, in grado di disimpegnarsi anche sull’esterno in un ipotetico attacco a tre punte e che porti in dote una buona quantità di gol. Ed è un movimento che va fatto anche piuttosto celermente visto che Perez ptorebbe lasciare Ascoli e i problemi alla caviglia di Cacia, che tanti tormenti ha dato al bomber in questa prima parte di stagione, probabilmente lo costringeranno a fermarsi per qualche tempo. Eccone 6 che potrebbero fare al caso nostro.

Sul primo qualche giorno fa sembrava tutto fatto con la Pro Vercelli dove tra l’altro avrebbe ritrovato il suo ex allenatore Moreno Longo. Mattia Aramu (21) invece è ancora un giocatore del Torino dove finora ha avuto pochissimo spazio, una presenza per 46 minuti giocati, nonostante la fiducia di Mihajlovic in lui. Su di lui ci sono tantissime squadre interessate a prelevarlo in prestito: dal Pescara in Serie A fino a Pro Vercelli e Vicenza che sono le più forti sul giocatore ad oggi senza dimenticare il Latina e il Cesena. Di certo, potrebbe fare parecchio comodo. Esterno di fascia tutto mancino, gioca indifferentemente sia a destra che a sinistra, segnò una doppietta lo scorso anno al Del Duca.

Un altro elemento che si inserirebbe alla perfezione nello scacchiere di Alfredo Aglietti è Roberto Insigne (22). Sempre di proprietà del Napoli, dopo le positive esperienze di Perugia, Reggio Calabria e Avellino la scorsa stagione (con tanto di timbro al Del Duca a marzo), ha passato 5 mesi alla corte di Sarri tra panchina e tribuna. Un nuovo prestito è imprescindibile per la crescita del ragazzo. Su di lui ci sono Benevento, Latina e Ternana con gli umbri che sembrano vicinissimi a chiudere. Pure lui mancino, davanti può fare tutto: trequartista, punta esterna e seconda punta.

L’occasionissima che questo mercato di gennaio presenta è Nicola Citro (27), assoluto protagonista della fantastica stagione del Trapani lo scorso anno con la Serie A sfiorata e persa soltanto nella finale play off. Sei mesi dopo è cambiato tutto. La squadra è ultima in classifica, la società ha iniziato a cedere i pezzi migliori (leggi Scozzarella al Parma), Citro vuole andare via e ha il contratto in scadenza a giugno. La scorsa estate rimase a Trapani solo perché convinto da Serse Cosmi. Il Messi di Fisciano è appetito da diversi club cadetti, su tutti il “solito” Benevento. Chi lo prende rischia di fare il “colpaccio” di questa sessione di gennaio.

Altro giocatore col contratto in scadenza a giugno prossimo è Gaetano Masucci (32). Nove gol con Aglietti lo scorso anno con l’Entella, fortemente richiesto dal Pisa negli ultimi giorni. I dirigenti della società ligure giurano che l’attaccante non si muoverà da Chiavari ma da qui fino al 31 gennaio saranno in tante a provarci e a bussare alla porta del sodalizio biancoceleste. Seconda punta in grado di fare gioco e buttarla dentro quanto capita l’occasione. Super esperto della categoria.

Infine due nomi agli antipodi. Giuseppe De Luca (25) andrà sicuramente via da Bari dove Colantuono lo ha inserito nella lista dei cedibili chiedendo nel frattempo altri attaccanti. Sulla “zanzara” come era ampiamente prevedibile si sono fiondati in tantissimi. Vicenza, Ternana, Cesena e Latina sono vigili, il nuovo Pisa di Corrado sembra però la società più avanti di tutti. Il giocatore ha voglia di rilanciarsi dopo due anni in chiaroscuro in Puglia.

L’ultimo suggerimento è Accursio Bentivegna (20), siciliano di Sciacca di cui si dice un gran bene. Ha segnato tantissimo con la Primavera del Palermo tra il 2012 e il 2014, ha esordito in A a aprile 2015. Poi la scorsa stagione i 6 mesi in presito al Como e il Palermo che lo richiamò a gennaio per tenerlo in rosa. Quest’anno era partito titolare la prima giornata in casa col Sassuolo ma un infortunio ha frenato la sua stagione. Ora potrebbe partire in prestito per giocare. Esterno offensivo brevilineo e sgusciante, il Cesena lo ha già richiesto a Zamparini per sostituire lo squalificato Dalmonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *