Ascoli-Viareggio 2-0: il report partita

Toscani impalpabili, vittoria meritata dei bianconeri

0 40

ascoli-viareggioVince ancora ma soprattutto convince l’Ascoli di Flavio Destro. La vittoria con il Pisa non è stato un fuoco di paglia. Anzi, la sua squadra si è ripetuta chiudendo la pratica Viareggio già nel primo tempo. Accanto al risultato c’è stata un’altra ottima prestazione dei bianconeri complice anche un avversario impresentabile e nella sua versione peggiore nonostante la squadra di Lucarelli venisse dalla prestigiosa affermazione sul Lecce.

OUT ANCHE CONOCCHIOLI – Eppure la gara non era iniziata sotto i migliori auspici. Destro, già privato dal giudice sportivo di Cipriani, Schiavino e Di Gennaro, deve rinunciare sia a Colomba che non recupera nemmeno per la panchina ma anche a Conocchioli. Il terzino si ferma nel riscaldamento per un indurimento al flessore. Il suo posto a destra viene preso da Cesselon, classe 96, alla sua seconda partita da titolare. Al 6’ il Viareggio mette i brividi a Pazzagli, l’insidioso diagonale di Galassi esce di poco. Sarà l’azione più pericolosa dei toscani in tutta la partita.

VIAREGGIO INESISTENTE – Sì perché al 9’ l’Ascoli è già in vantaggio. L’errore di Lamorte (poi punito con la sostituzione da Lucarelli) premia l’inserimento centrale di Carpani, lucidissimo nel battere l’esperto Gazzoli di sinistro. Terzo centro per lui, il primo al Del Duca. I toscani spariscono dal campo e i bianconeri, incitati a gran voce dalla curva in trasferta nei distinti est, giocano sul velluto. Iotti e Minnozzi vanno vicini al raddoppio che arriva ugualmente al minuto 27. I difensori di Lucarelli la combinano grossa, Tripoli ne approfitta, evita Gazzoli e deposita in rete a porta sguarnita. La partita sembra già archiviata vista l’inconsistenza degli avversari.

CRISTIANO SALTA CON NOI – La ripresa vede l’ingresso di un voglioso Giovannini che si procura e spreca due facili opportunità. Lo imitano mancando il terzo gol anche Tripoli e Greco. Peccato per il giovane ascolano l’espulsione di Capece che costringe Destro a toglierlo prima del 90’ per inserire Migliaccio (un altro 96) all’esordio. Nell’unica distrazione della partita infatti, la difesa ascolana si era fatta trovare impreparata e il biondo centrocampista aveva steso Galassi lanciato a rete. Le altre curiosità del match del Del Duca sono i cori ironici dei tifosi ascolani all’indirizzo di Lucarelli e l’allenamento punitivo che l’allenatore livornese impone ai suoi giocatori subito dopo il fischio finale.

ASCOLI – VIAREGGIO 2-0 (primo tempo 2-0) 9’ Carpani, 27’ Tripoli

ASCOLI (4-3-2-1): Pazzagli; Cesselon, Scognamillo, Magliocchetti, Giacomini; Carpani, Capece, Greco; Iotti, Tripoli (26’ st De Iulis); Minnozzi (11’ st Giovannini)(44’ st Migliaccio). A disp. Russo, Massei, Grilli, Ruzzier. All. Destro.

VIAREGGIO (4-3-3): Gazzoli; Celiento, Lamorte (24’ Piana), Conson, Nicolao; Della Latta (24’ st Butini), Gemignani (7’ st Ceccarelli), Galassi; Rosafio, Matteini, Vannucchi. A disp. Furlan, Falasco, Gerevini, Marongiu. All. Lucarelli.

ARBITRO: Strippoli di Bari

ESPULSO: Capece al 42’ st

AMMONITI: Magliocchetti, Vannucchi, Iotti

NOTE: Spettatori 2107 (chiusa la curva sud), recupero 1’ pt +3’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *