Ascoli, tre trasferte per il salto di qualità

Si comincia da Salerno: attenzione a un avversario rabberciato e in crisi

0 70

Continuità. Nelle tre trasferte concentrate in soli otto giorni – Salerno ed Empoli inframezzate dalla gara di martedì in Tim Cup sul campo del Genoa – l’Ascoli cercherà di migliorare il proprio pessimo ruolino esterno. Squadra rinfrancata nel morale dall’esaltante vittoria in rimonta sul Cosenza e per la prima volta capace di rimediare a una situazione di svantaggio. L’appuntamento di domani è in programma allo stadio Arechi con inizio previsto per le ore 18. La Salernitana è un avversario rabberciato a causa di diverse assenze e reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro apparizioni, di cui l’ultima pesante nel derby di Castellammare di Stabia. Ma proprio per questo ferito e desideroso di rivalsa. E’ un match che contrappone l’allenatore più esperto (Ventura) a quello più giovane (Zanetti) della categoria. Un campo ostico che l’Ascoli non espugna da 11 anni (ultima vittoria per 2-1 firmata Soncin e Cani) e anche il curriculum dell’arbitro designato mette paura: con il signor Niccolò Baroni della sezione di Firenze i bianconeri hanno vinto una volta soltanto (e per di più in coppa Italia) su dieci occasioni, viceversa la Salernitana ha centrato sette volte su nove il bottino pieno. Per l’occasione i suoi assistenti saranno Capone e Dei Giudici, con Dionisi nelle vesti di quarto uomo.
Squalificato Ninkovic per recidività in ammonizioni, out anche Piccinocchi (risentimento muscolare al polpaccio) che si aggiunge a Pucino nell’elenco degli infortunati. In difesa Gravillon torna titolare, nel ruolo di trequartista è ballottaggio tra Chajia e Brlek, con quest’ultimo che potrebbe essere altrimenti confermato nel ruolo di mezz’ala. In avanti Scamacca favorito su Ardemagni quale partner di Da Cruz.
Al termine della gara la squadra pernotterà a Salerno, poi si trasferirà per due giorni a Roma dove si allenerà prima del volo verso la Liguria. La comitiva bianconera farà ritorno ad Ascoli Piceno soltanto dopo la partita di Empoli del 7 dicembre.

Ecco la lista dei 22 convocati:
Andreoni, Ardemagni, Beretta, Brlek, Brosco, Cavion, Chajia, Da Cruz, D’Elia, Ferigra, Gerbo, Gravillon, Lanni, Laverone, Leali, Novi, Padoin, Petrucci, Rosseti, Scamacca, Troiano, Valentini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *