Ascoli, si pensa subito al Venezia

Sabato terzo impegno ravvicinato. Oggi il presidente Neri al Picchio Village

0 116

Rientrata in città nella nottata di martedì, la squadra ieri pomeriggio è già tornata al lavoro, suddivisa in due gruppi. Defaticante per i titolari del Curi, partitella a minutaggio ridotto contrapposti alla Primavera allenata da Abascal per gli altri. Ne è emerso finalmente un Beretta ristabilito dai vari infortuni che lo hanno tormentato negli ultimi tempi.
Nessun indisponibile in vista della partita casalinga di sabato contro il Venezia, in cui Zanetti riavrà anche Da Cruz al rientro dalla squalifica.
Il fischio di inizio alle ore 15 sarà affidato al signor Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta, figlio e nipote d’arte in quanto padre e zio sono stati rispettivamente assistente e arbitro di serie A. Molto giovane dati i suoi 28 anagrafici, al primo anno in Can B, ha già diretto i bianconeri lo scorso mese di agosto nel match di Tim Cup vinto 5 a 1 contro la Pro Vercelli.
Stamattina seduta a porte chiuse al Picchio Village, alla presenza del neo presidente Carlo Neri. Nominato venerdì scorso dal Cda a seguito delle dimissioni di Giuliano Tosti, Neri era entrato come consigliere appena un mese prima, in concomitanza con la partita con la Juve Stabia a cui aveva assistito dal vivo allo stadio Menti in compagnia del patron Pulcinelli. Da anni è funzionario di SACE, società per azioni controllata dal Ministero dell’economia e delle finanze e mirata a fornire servizi assicurativi del commercio estero. Proprio questa sua esperienza in ambito internazionale nello scorso week-end lo ha portato in Albania a fare visita ai massimi dirigenti del KF Tirana, club titolato con cui l’Ascoli ha intenzione di cominciare una partnership mirata ad uno sviluppo tecnico e progettuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *