Ascoli-Perugia 0-1: il report partita

Gli umbri portano via tre punti dal Del Duca proprio allo scadere grazie a un gol di Sprocati

0 96

rissa tribunaUna beffa atroce. L’Ascoli culla durante tutta la partita il sogno di fermare l’avanzata della corazzata Perugia ma una distrazione fatale all’ultimo secondo rovina tutto. Non tragga inganno l’arbitraggio da 2 in pagella dell’improponibile Marini di Roma: nell’ultima azione di un match vibrante Sprocati ha colto impreparata la retroguardia bianconera consegnando agli umbri di Camplone un successo fondamentale in vista del rush finale di campionato.

BIANCONERI TUTTO CUORE – È stato comunque un Ascoli che sotto il profilo dell’atteggiamento e della grinta ce l’ha messa tutta, facilitata anche dal rosso sventolato in faccia a Massoni al 16’, reo di aver steso Cipriani lanciato a rete. L’unico neo della squadra di Destro, costretto a rinunciare già nel primo tempo a causa della rudezza degli ospiti a Carpani (ginocchio) e Scognamillo (messo ko da Nicco e nemmeno ammonito) e con un Cipriani, toccato duro alla coscia, a mezzo servizio è stato quello di non riuscire a bucare il Perugia nel suo momento di maggiore sofferenza. Sui piedi di Tripoli arrivano ben tre chiarissime occasioni e nessuna di queste va dentro. Peccato perché il primo e il terzo sarebbero potuti essere due gol da favola. La fucilata in corsa al 32’ e il delizioso sombrero in area 4 minuti dopo meriterebbero infatti miglior sorte. Nel mezzo c’è un’altra chance sprecata a tu per tu con Koprivec dopo il dribbling secco ai danni di Comotto.

DISASTRO ARBITRO – Nelle mille sfaccettature di una partita dura e senza respiro, c’è un assoluto protagonista: l’arbitro Marini di Roma. Da anni non si vedeva un fischietto così al Del Duca. In una mezz’ora di gioco riesce a sbagliare tutte le decisioni, anche le più lampanti. Non solo, consente anche al Perugia di picchiare in maniera indisturbata. La lista degli errori è interminabile e raggiunge il suo apice quando espelle Scognamillo al 2’ della ripresa. Il fallo sembra non esserci ma soprattutto non esiste il rosso perché Schiavino era al suo fianco nell’azione incriminata. Marini completerà la sua opera espellendo anche Conti e Colomba nel finale e distribuendo 8 ammonizioni (la prima delle quali al minuto 70) come fossero biglietti da visita. Semplicemente sconcertate.

BEFFA ALL’ULTIMO SECONDO – Tornando alla partita, il Perugia dopo l’espulsione riacquista fiducia in un amen e schiaccia l’Ascoli nella propria metà campo. Russo compie due miracoli in due minuti, Nicco sfiora l’incrocio al 7’ con un destro a giro. Come i bianconeri avrebbero meritato il gol nel primo tempo, allo stesso modo il vantaggio dei grifoni a questo punto della partita ci starebbe eccome. Cipriani è costretto a uscire, Russo fa ancora buona guardia. Iotti (migliore in campo) mette la museruola al temibile Fabinho. Solo alla mezz’ora l’esterno brasiliano si fa vivo ma il suo sinistro lambisce il palo. I bianconeri reggono l’urto nonostante Marini continui imperterrito a combinare disastri a ripetizione. L’Ascoli difende con i denti il pareggio, 4 sono i minuti di recupero. Lo pseudoarbitro espelle Colomba per doppia ammonizione e fa recuperare altri secondi. Punizione lunga, la difesa si addormenta e il nuovo entrato Sprocati piazza al 95’ la zampata vincente. Il Perugia dimostra di non saper vincere e in tribuna scoppia un parapiglia durato diversi minuti. L’Ascoli torna negli spogliatoi con la bocca amara, anzi amarissima. Ma il prossimo anno sarà tutta un’altra musica.

ASCOLI – PERUGIA 0-1 (primo tempo 0-0) 50’ st Sprocati

ASCOLI (3-5-2): Russo; Scognamillo (42’ Di Gennaro), Magliocchetti, Schiavino; Iotti, Carpani (23’ Grilli), Capece, Colomba, Giacomini; Tripoli, Cipriani (19’ st De Iulis). A disp. Pazzagli, Cesselon, Giovannini, Storani. All. Destro.

PERUGIA (3-5-2): Koprivec; Comotto, Massoni, Scognamiglio; Conti, Moscati (28’ st Vitofrancesco), Filipe, Nicco (44’ st Sprocati), Fabinho; Eusepi (41’ st Sanseverino), Mazzeo. A disp. Stillo, Sini, Carcione, Henry. All. Camplone.

ARBITRO: Marini di Roma

ESPULSI: Massoni al 16’, Di Gennaro al 2’ st, Conti al 36’ st, Colomba al 49’ st

AMMONITI: Eusepi, Iotti, Schiavino, Giacomini, Capece, Sprocati

NOTE: Recupero 2’ pt + 4’ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *