Ascoli: anno nuovo, vita nuova

Mister, collaboratori, staff sanitario, stadio, circuito di vendita: quante novità

0 680

Foto Ascoli Calcio 1898 fc

Diverse le novità nell’Ascoli Calcio in vista della prossima stagione, che comincerà con il ritiro precampionato domenica 14 luglio presso il Residence La Corte di Cascia. Il trasferimento in Umbria sarà preceduto da qualche giorno di test atletici e visite mediche.
Nuovo il volto del mister, il 36enne Paolo Zanetti, esordiente in B e reduce da due buone stagioni in serie C al Sudtirol. Ritrova la piazza di Ascoli nelle sue nuove vesti dopo esservi già transitato come giocatore. La sua mentalità ha stregato immediatamente il patron Pulcinelli, convintosi a proporgli un contratto di durata biennale. Non volendo disperdere l’eredità tattica lasciata da Vivarini, il nuovo tecnico partirà con l’idea di difesa a quattro e centrocampo a tre, plasmando il reparto avanzato in base alle caratteristiche dei giocatori che si troverà a disposizione. Da un punto di vista mediatico è piaciuta tanto la sua conferenza di presentazione, tenutasi venerdì scorso all’hotel Casale. Ha illustrato la sua metodologia di allenamento, concentrata prevalentemente al mattino ma destinata ad occupare l’intero spazio tra colazione e pranzo, anche per monitorare la corretta alimentazione degli atleti.

Insieme a lui arrivano tre nuovi collaboratori: il vice Alberto Bertolini, il preparatore dei portieri Massimo Marini e il preparatore atletico Fabio Trentin. Con i primi due ha condiviso entrambi gli anni al Sudtirol, con Trentin soltanto il primo visto che nella scorsa stagione ha lavorato per il Venezia agli ordini di Stefano Vecchi, poi esonerato a metà ottobre. Uno staff che dunque si prevede abbastanza affiatato.

Cambiamenti all’orizzonte anche nello staff sanitario, a seguito di diversità di vedute nella gestione e nel recupero degli infortuni della stagione andata in archivio.

Il nuovo campionato vedrà un Del Duca parzialmente rinnovato. La curva sud provvisoria verrà smantellata a breve, mentre si attende di capire l’iter di demolizione e ricostruzione della curva Sud a seconda della possibilità di attingere dai fondi post-terremoto. Una trafila che comunque non si preannuncia breve. Nel frattempo gli ultras verranno trasferiti nella nuova Tribuna Est Carlo Mazzone, inaugurata in occasione dell’ultima partita casalinga contro il Palermo. Agli abbonati di curva dell’anno passato verranno riservate tariffe agevolate.
Più snello dovrebbe invece essere il restyling della tribuna ovest, mirato a renderla più appetibile ed esteticamente migliore con le panchine incastonate nelle tribune sullo stile inglese. Se ne parlerà comunque per il campionato 2020/2021. I costi saranno a carico dell’Ascoli che potrà però portarli a scomputo dal canone di locazione, come previsto nella convenzione recentemente firmata per i prossimi cinque anni.
Sarà diverso anche il circuito di vendita dei biglietti: si passa da Vivaticket a TicketOne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *