A Cittadella senza pensieri

Con la salvezza in tasca, l’Ascoli sa che una vittoria al Tombolato riaprirebbe scenari impensabili

0 100

Sarà difficile ma l’intenzione è quella di provarci fino in fondo. Dopo aver praticamente raggiunto la salvezza, l’Ascoli andrà a Cittadella con la consapevolezza che, vincendo, potrebbe sorprendentemente riaprire il discorso playoff, un sogno ripetutamente riposto nel cassetto nell’arco della stagione. La squadra è partita con un giorno di anticipo rispetto al solito e rimarrà in ritiro al nord fino a giovedì, all’indomani della partita di Brescia collocata nel turno infrasettimanale del 1° maggio. Al Tombolato mancheranno lo squalificato Addae e gli infortunati Laverone e Beretta. Rimane a casa anche Bacci, c’è invece Lanni che martedì mattina all’ospedale di Frosinone è diventato papà della piccola Chloé. Torna disponibile anche Ninkovic, scontata la giornata di stop comminata dal giudice sportivo, ma non è detto che trovi spazio dall’inizio, considerando l’ottima prestazione del trio offensivo (Ciciretti-Rosseti-Ardemagni) schierato contro il Venezia. Arruolabile anche Frattesi, rientrato da uno stage di due giorni con la nazionale under20.
La gara, il cui calcio d’inizio è fissato per le ore 15 di domenica, sarà arbitrata dal signor Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco, coadiuvato dagli assistenti Rossi e Vecchi, oltre che dal quarto ufficiale Minelli.
Sono in diffida Casarini, Cavion e Padella, oltre all’indisponibile Beretta.

Ecco l’elenco dei 24 convocati:
Andreoni, Ardemagni, Baldini, Brosco, Casarini, Cavion, Chajia, Ciciretti, Coly, D’Elia, Frattesi, Ganz, Iniguez, Lanni, Milinkovic Savic, Ngombo, Ninkovic, Padella, Quaranta, Rosseti, Rubin, Scevola, Troiano, Valentini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *