Ascoli-Brescia, è già febbre alta

In tre ore esauriti tutti i biglietti. Il Del Duca sarà un catino ribollente di tifo

0 489

Foto La Presse

Sono state sufficienti tre ore per azzerare la dotazione di biglietti a disposizione della tifoseria ascolana in vista del cruciale impegno di venerdì sera contro il Brescia. I circa 3.720 tagliandi complessivamente distribuiti tra tutti i settori del Cino e Lillo Del Duca sono stati letteralmente polverizzati e non si trova più nemmeno un biglietto di tribuna. A questi si aggiungono i 2.678 abbonati ed è un vero peccato che la ridotta capienza dell’impianto piceno non riesca a soddisfare l’enorme richiesta. L’intera curva nord è infatti riservata a un esiguo numero di tifosi ospiti per motivazioni di ordine pubblico mentre della nuova tribuna est in costruzione si sono perse le tracce, tra rinvii (ufficiosi e ventilati) e bandi ancora da assegnare. Di certo è che il Del Duca sarà un catino infuocato con l’intento di spingere la squadra verso quella che sarebbe un’autentica impresa. Cosmi dovrà rinunciare allo squalificato Bianchi, ammonito a Pescara e già diffidato, ma dovrebbe poter contare sulla disponibilità di Buzzegoli e Mengoni. Oggi seduta ridotta per Clemenza, Cherubin e Addae, a scopo precauzionale. Difficile recupero per Lores Varela, limitatosi alle terapie come Martinho e Carpani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati *